san ferdinando
Liturgia: Vangeli e Commenti
I Domenica di Quaresima - 18 Febbraio 2018 (B)
 Matteo 4, 1-11

In quel tempo. Il Signore Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo. Dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame. Il tentatore gli si avvicinò e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ che queste pietre diventino pane». Ma egli rispose: «Sta scritto: / “Non di solo pane vivrà l’uomo, / ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”».

Allora il diavolo lo portò nella città santa, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù; sta scritto infatti: / “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo / ed essi ti porteranno sulle loro mani / perché il tuo piede non inciampi in una pietra”».

Gesù gli rispose: «Sta scritto anche: / “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”».

Di nuovo il diavolo lo portò sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò se, gettandoti ai miei piedi, mi adorerai». Allora Gesù gli rispose: «Vattene, Satana! Sta scritto infatti: / “Il Signore, Dio tuo, adorerai: / a lui solo renderai culto”».

Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco, degli angeli gli si avvicinarono e lo servivano.    

Matthew 4,1-11 

At that time. The Lord Jesus was led by the Spirit out into the desert to be put to the test by the devil. He fasted for forty days and forty nights, after which he was hungry,  and the tester came and said to him, 'If you are Son of God, tell these stones to turn into loaves.'  But he replied, 'Scripture says: Human beings live not on bread alone but on every word that comes from the mouth of God.'

The devil then took him to the holy city and set him on the parapet of the Temple.  'If you are Son of God,' he said, 'throw yourself down; for scripture says: He has given his angels orders about you, and they will carry you in their arms in case you trip over a stone.'

Jesus said to him, 'Scripture also says: Do not put the Lord your God to the test.'

Next, taking him to a very high mountain, the devil showed him all the kingdoms of the world and their splendour. And he said to him, 'I will give you all these, if you fall at my feet and do me homage.'  Then Jesus replied, 'Away with you, Satan! For scripture says: The Lord your God is the one to whom you must do homage, him alone you must serve.'

Then the devil left him, and suddenly angels appeared and looked after him.

Commento:

I Domenica di Quaresima - 18 Febbraio 2018

Carissime/i,
inizia oggi la Quaresima, tempo forte, “tempo favorevole”, come lo definisce la liturgia.

Cosa sia e come vada vissuto questo tempo ce lo dice il suo punto di arrivo: siamo in cammino verso la Pasqua, mistero della morte e della risurrezione del Signore, “culmen et fons” dell’intera vita in Cristo. E come il cammino di Gesù verso la sua pasqua è preceduto dall’esperienza delle tentazioni, così anche noi siamo invitati ad entrare in questo tempo come in una prova: la quaresima è il tempo in cui siamo chiamati a vedere cosa abbiamo nel cuore. Le tentazioni consentono a Gesù di ridire a se stesso (e a chiunque lo voglia distogliere dalla sua missione) che Lui intende essere Figlio di Dio e vero uomo senza usare a proprio favore del suo essere Figlio, senza usare Dio per un proprio vantaggio, vivendo la condizione umana senza vendersi a nessuno ma giocando la sua libertà per tutti noi, qualunque possa essere il prezzo da pagare, così come aveva deciso al suo battesimo, mettendosi in fila con i peccatori per i peccatori.

La Chiesa di indica tre “mezzi” per vivere bene questo tempo e per metterci alla prova: la preghiera, l’elemosina e il digiuno. La preghiera (il Padre nostro, in particolare) per mettere ordine nel nostro rapporto con Dio: veramente desideriamo quello che desidera Lui o il nostro cuore va per altre strade? Preghiamo per saper entrare e rimanere nella volontà del Padre o perché vorremmo che fosse Lui a fare quello che noi desideriamo? Il digiuno è uno strumento di libertà: il saper fare a meno di… permette di dire a noi stessi se siamo veramente liberi o no rispetto a... L’elemosina dice la concretezza dei nostri sentimenti nei confronti di chi è nel bisogno e sperimenta la fatica del vivere. Saper mettere mano al portafogli non è per nulla scontato e noi siamo specialisti nel trovare motivazioni per non farlo.

Naturalmente non ci dimentichiamo le invettive dei profeti contro un certo modo di pregare, contro digiuni ed elemosine che nascondono una vita di ingiustizie e falsità. La domanda cruciale è sempre: Cosa ho io nel cuore? Chi sono io che faccio o non faccio questo e quello? La quaresima è tempo di verità.

Signore, donaci di vivere così questo tempo santo. Vogliamo essere veri! Tu aiutaci e accompagna il nostro cammino verso la tua Pasqua perché sia anche la nostra.

Buona e santa quaresima.