san ferdinando
Liturgia: Vangeli e Commenti
Domenica delle palme - 25 Marzo 2018

Giovanni 11, 55 – 12, 11

In quel tempo. Era vicina la Pasqua dei Giudei e molti dalla regione salirono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi. Essi cercavano Gesù e, stando nel tempio, dicevano tra loro: «Che ve ne pare? Non verrà alla festa?». Intanto i capi dei sacerdoti e i farisei avevano dato ordine che chiunque sapesse dove si trovava lo denunciasse, perché potessero arrestarlo.
Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché ella lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me».
Intanto una grande folla di Giudei venne a sapere che egli si trovava là e accorse, non solo per Gesù, ma anche per vedere Lazzaro che egli aveva risuscitato dai morti. I capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anche Lazzaro, perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù.

John 11, 55 – 12, 11

The Jewish Passover was drawing near, and many of the country people who had gone up to Jerusalem before the Passover to purify themselves were looking out for Jesus, saying to one another as they stood about in the Temple, 'What do you think? Will he come to the festival or not?' The chief priests and Pharisees had by now given their orders: anyone who knew where he was must inform them so that they could arrest him.
Six days before the Passover, Jesus went to Bethany, where Lazarus was, whom he had raised from the dead. They gave a dinner for him there; Martha waited on them and Lazarus was among those at table. Mary brought in a pound of very costly ointment, pure nard, and with it anointed the feet of Jesus, wiping them with her hair; the house was filled with the scent of the ointment. Then Judas Iscariot - one of his disciples, the man who was to betray him - said, 'Why was this ointment not sold for three hundred denarii and the money given to the poor?' He said this, not because he cared about the poor, but because he was a thief; he was in charge of the common fund and used to help himself to the contents. So Jesus said, 'Leave her alone; let her keep it for the day of my burial. You have the poor with you always, you will not always have me.'
Meanwhile a large number of Jews heard that he was there and came not only on account of Jesus but also to see Lazarus whom he had raised from the dead. Then the chief priests decided to kill Lazarus as well, since it was on his account that many of the Jews were leaving them and believing in Jesus.


 

Commento:

Siamo all’inizio della settimana santa, la settimana autentica (come la chiama, significativamente, la tradizione ambrosiana). Autentica perché in essa ci viene rivelato dal Figlio Gesù il vero volto del Padre, il mondo è rivelato come salvato dall’amore e noi siamo rivelati a noi stessi: siamo messi in questione su dove stia il nostro cuore e su che discepoli siamo.

Per questo il testo della Lettere agli Ebrei ci chiede di vivere questi giorni come un cammino anzi, come una corsa “tenendo lo sguardo fisso su Gesù”, colui che “dà origine alla fede e la porta a compimento”.

Che cosa ci può far correre? Un amore come quello di Maria di Betania, il cui gesto manifesta la qualità  della sua amicizia e della sua dedizione per il Maestro: un amore che non ha misura, come deve essere ogni vero amore.

Con la sua figura contrasta violentemente quella di Giuda che nel vangelo di Giovanni riassume in sé tutte le forme di opposizione al Signore Gesù. Che cosa lo ha portato, alla fine, al tradimento? Credo la menzogna con la quale è rimasto con Gesù e con gli altri discepoli: uno dei dodici ma con un cuore rivolto altrove. Gesù non è stato quello che Giuda si aspettava che fosse? Lo ha deluso nelle sue speranze? Altri se ne erano andati (cf. cap 6) perché lui è rimasto? Certamente, diversamente dagli altri discepoli, diversamente anche da Pietro che pure ha rinnegato Gesù, in Giuda non c`era più amore per il maestro.

Per contrasto, dunque, siamo posti di fronte a ciò che Gesù si appresta a vivere con questa domanda: vuoi volergli, comunque, bene?

Cara Maria, sorella di Marta e di Lazzaro, amica di Gesù, non lasciarci vivere questi giorni senza amore. Aiutaci, per una volta a non usare il calcolo nel nostro rapporto con il Signore e Maestro Gesù.  Il tuo gesto susciti in noi il desiderio di stare con Lui senza paura di perdere tempo o di fare una cosa inutile. Vogliamo con te credere alla forza di un amore senza misura.